Non solo Enduro e Regolarità: la Scuderia Fulvio Norelli afferma la propria superiorità nel Motocross d’epoca, siglando con l’ennesimo titolo italiano individuale una stagione ricca di soddisfazioni. Portacolori della squadra bergamasca è il forte bolognese Sergio Gandolfi

Domenica, 9 ottobre 2016, l’inarrestabile pilota di Argelato (BO) ha siglato sul crossodromo Miravalle di Montevarchi (AR) il suo dominio nel Motocross d’Epoca Gruppo 5, dopo sette gare sempre al vertice della classifica, in sella alla sua Beta 250, facendo proprio il titolo italiano nella classe B (moto prodotte dal 1973 al 1975) e riportando alla vittoria la Beta a quarant’anni esatti dall’ultimo titolo vinto da Ivano Bessone.

Arriva però quasi senza sorprese questa vittoria, l’ennesima di una lunga serie iniziata oltre 25 anni fa. Senza contare i secondi e i terzi posti nei vari campionati italiani e regionali infatti, non si possono dimenticare i 10 titoli agguantati da Gandolfi. Il primo tricolore risale al 1990 nel campionato Motorally UISP, mentre già l’anno seguente è campione nella medesima specialità in seno alla Federazione Motociclistica Italiana. Dopo una pausa di dieci anni, ritorna a dominare nelle categorie dedicate alle moto d’epoca, sia nel Motocross, sia nella Regolarità aggiudicandosi il titolo di Campione Italiano negli anni 2002, 2003, 2008, 2009, 2010 e 2011.

Pilota esperto ed eclettico, è tutt’ora l’unico ad aver conquistato il titolo nazionale in entrambe le specialità nel medesimo anno (nel 2009).
A lui vanno i ringraziamenti di tutta la Scuderia Fulvio Norelli e l’augurio di vederlo ancora sui campi di gara con la maglia giallo/nera. Forza Sergio, forza Norelli!

 

Sergio Gandolfi 2016-06-05 Gandolfi 1

Attachment

Leave a Comment

(required)

(required)