24 – 25 GIUGNO. “VALLI BERGAMASCHE REVIVAL”. GRANDE FESTA PER IL 50°

Sugli scudi la motoregolarità bergamasca. Per celebrare il 50° anniversario della sua fondazione, fra le varie iniziative in locandina, la Scuderia “Fulvio Norelli”, sezione del Moto Club Bergamo, organizza, il 24 e 25 giugno, la “Valli Bergamasche Revival – 17° Trofeo Gino Reguzzi ”, una manifestazione di motociclette d’epoca da regolarità, che prevede la partecipazione di piloti di alto livello. Infatti, come da regolamento, la manifestazione è riservata a conduttori che hanno partecipato e concluso almeno una manifestazione motociclistica internazionale riconosciuta dalla Federazione Motociclistica Internazionale (FMI). Sono altresì ammessi conduttori giudicati idonei dallo staff organizzativo della Scuderia “Fulvio Norelli”, all’atto della richiesta di iscrizione, fino al raggiungimento del limite massimo stabilito dallo stesso staff. I partecipanti dovranno avere età minima di 40 anni, nell’anno in corso, ed essere in possesso di Licenza Agonistica FMI oppure, se stranieri, Licenza Nazionale e relativa autorizzazione dalla Federazione di appartenenza. Peraltro, è prevista una categoria Gentlemen Riders, senza limite di età minima, per coloro che intendono assaporare la partecipazione a questo evento. In particolare, i conduttori italiani appartenenti alla categoria Gentlemen Riders devono essere dotati di tessera di affiliazione a Moto Club/FMI, ferma restando la non possibilità di entrare in alcuna classifica.

Gli iscritti sono 314, di cui 67 stranieri. Una “Valli, quindi, a carattere mondiale!

La manifestazione, che si svolgerà con qualsiasi condizione meteorologica, su tracciato aperto anche a normale traffico privato, prevede un percorso di 140 km, con partenza e arrivo da Bergamo e sviluppo lungo le strade e i sentieri delle valli bergamasche. Lungo il percorso, indicato da frecce e bandelle, saranno segnalate zone di particolare difficoltà oppure zone ove è richiesta un’andatura moderata. Inoltre, sono possibili deviazioni, riservate a conduttori Gentlemen Riders, che preferiscano evitare alcuni tratti fuoristrada ritenuti impegnativi. Poi, sono previsti controlli di passaggio lungo il percorso fuoristrada e quello di trasferimento. Nello specifico, il tratto iniziale di trasferimento e quello finale di ritorno è di circa 35 km, mentre l’anello in fuoristrada ha uno sviluppo di circa 45 km, da ripetere due volte.

Le operazioni preliminari amministrative e tecniche, quali verifiche/iscrizioni e verifica/punzonatura delle motociclette, si svolgeranno presso la Segreteria della manifestazione, a Bergamo, presso la sede del Moto Club Bergamo e della Scuderia “Fulvio Norelli”, in Piazzale Goisis, 6, esclusivamente il sabato 24 giugno, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00. È previsto il regime di Parco Chiuso obbligatorio, con ingresso dalle ore 9.30 alle ore 18.30 del 24 giugno, sempre a Bergamo presso la sede, all’interno del complesso del Lazzaretto. Il Parco Chiuso ed il Parco di Lavoro saranno aperti, domenica 25 giugno, 15 minuti prima dell’orario di partenza di ogni conduttore, in conformità al Regolamento FMI; il regime di Parco Chiuso vigerà anche a fine gara. Nella stessa area è prevista la zona di partenza ed arrivo della manifestazione.

Lungo il percorso sono previste prove di abilità: una prova speciale di accelerazione lungo il trasferimento iniziale e prove di abilità in fettucciato e in linea lungo il percorso in fuoristrada.

Di grande prestigio storico la gamma delle motociclette ammesse alla “VBR”. Sono ammessi ciclomotori, scooter e motocicli, dotati di Fiche Storica FMI, di qualsiasi marca e cilindrata, di costruzione fino all’anno 1973 e fino all’anno 1981, purché con motore raffreddato ad aria, doppio ammortizzatore posteriore e freni a tamburo. Tutte le moto con targa italiana devono avere il certificato di originalità FMI. Le moto con targhe straniere devono essere conformi al modello originale e la loro accettazione sarà a discrezione dell’Organizzazione.

Sono previste le seguenti due categorie:

Categoria motociclette costruite fino al 1973 compreso “Trofeo Mario Tremaglia”

Classe V1          fino a 50 cc

Classe V2          fino a 125 cc

Classe V3           fino a 175 cc

Classe V4           fino a 250 cc

Classe V5           oltre 250 cc

Classe V6           fino a 125 cc quattro tempi

Classe V7           oltre 125 cc quattro tempi

Categoria motociclette costruite dal 1974 fino al 1981, compreso “Trofeo Franca e Walter Arosio”

Classe T1          fino a 50 cc

Classe T2          fino a 100 cc

Classe T3          fino a 125 cc

Classe T4           fino a 250 cc

Classe T5           fino a 350 cc

Classe T6           oltre 350 cc

Ogni classe avrà la propria classifica, con premiazione dei primi tre conduttori ed entrambe le categorie parteciperanno alla determinazione della classifica assoluta “Trofeo Gino Reguzzi” (senza differenziazione di classe o categoria).

È prevista una ulteriore categoria, definita Open, per motociclette costruite dal 1982 fino al 1986, compreso “Trofeo Attilio Bonalumi”

Classe O1         fino a 125 cc

Classe O2          oltre 125 cc

I concorrenti della categoria Open parteciperanno al “Trofeo Attilio Bonalumi”; saranno premiati i primi tre conduttori di ogni classe, ma non parteciperanno alla determinazione della classifica assoluta.

Tutte le motociclette per essere ammesse a partecipare alla manifestazione dovranno essere dotate di documenti regolari, coperte da polizza assicurativa, in regola con il Codice della Strada, con impianto di illuminazione funzionante e con targa regolare montata, il tutto sotto la esclusiva responsabilità del pilota. Non saranno ammesse all’evento motociclette non rispettose di quanto sopra indicato.

Lungo il percorso, la velocità media massima di marcia è di 28 km/h per ciclomotori e scooter e 30 km/h per i rimanenti.

Oltre a premiare i primi tre conduttori di ogni classe ed i primi tre della classifica assoluta, l’organizzazione ha istituito una speciale classifica dove saranno premiati i primi tre conduttori che, valutati da apposita commissione, avranno partecipato e concluso la manifestazione con motocicletta/abbigliamento quanto più originali al periodo.

Sono altresì istituti i seguenti premi, oltre a quelli relativi alle classifiche di classe e assoluta:

Medaglia d’oro a tutti quei conduttori che porteranno a termine la manifestazione con punteggio fino al 50% del vincitore della propria classe avendo percorso l’intero tragitto;

Medaglia d’argento a tutti quei conduttori che termineranno la manifestazione oltre il 50 %;

Medaglia di bronzo a tutti i Gentlemen Riders che ultimeranno la manifestazione.

La tassa di iscrizione individuale è fissata in 200 euro, ma 150 euro per i Gentlemen Riders: include l’iscrizione alla gara, la cena (prevista a partire dalle ore 20.00 di sabato 24 giugno presso il Lazzaretto di Bergamo) e omaggi.

E’ possibile iscriversi come Squadra o Scuderia: questa sarà composta da tre conduttori appartenenti allo stesso sodalizio e dovrà avere in squadra almeno due marche diverse ed almeno due cilindrate diverse e tutti i motocicli dovranno essere motocicli costruiti entro il 1973 per il “Trofeo Gino Reguzzi” e con motocicli dal 1974 al 1981 per il “Trofeo Attilio Bonalumi”.

Non sono previste squadre per singola marca. La tassa di iscrizione di ogni singola squadra è fissata in 100 euro.

Ecco, alcune informazioni sulle modalità di corsa. Ciascun concorrente potrà effettuare i due giri di fuoristrada previsti o parte del percorso secondo quanto sopra indicato. Sull’orario di transito ad ogni controllo orario, all’inizio di ogni giro è concessa una tolleranza di 59 secondi sul tempo indicato nella tabella di marcia. Per ogni minuto primo di ritardo o di anticipo sull’orario di transito previsto viene assegnata al pilota una penalità di 60 punti, che andranno a sommarsi ai tempi ottenuti nelle prove di cui all’Art. 5. Il tempo massimo scade, sia al C.O. che all’arrivo a Bergamo, allo scadere di 30 minuti interi dopo il tempo teorico indicato in tabella di marcia. Saranno previsti, a insindacabile giudizio dell’organizzazione, passaggi di controllo a timbro o volanti (C.P.) lungo il percorso. È previsto un solo C.O. per giro. È fatto divieto di uscire dal percorso in fuoristrada stabilito ed in genere di tenere un comportamento pericoloso durante tutte le fasi della manifestazione.

 

 

Leave a Comment

(required)

(required)